Scienze dei beni culturali (Classe L-1)-immatricolati dall'a.a. 2021/2022

Tipo di corso
Laurea triennale
180
Crediti
Accesso
Libero con test di autovalutazione obbligatorio prima dell'immatricolazione
3
Anni
Sede
Milano
Lingua
Italiano
Il Corso di laurea in Scienze dei beni culturali intende formare un laureato in grado di operare a vario livello in tutti gli ambiti - fra loro diversi - consistenti nelle attività di studio, catalogazione, conservazione, tutela, valorizzazione e promozione dei beni culturali.
Il Corso di laurea mira pertanto a fornire un'adeguata formazione di base e un ampio spettro di conoscenze e competenze storico-umanistiche e scientifiche nel settore dei beni culturali, con particolare riguardo al patrimonio archeologico, artistico, archivistico, librario, musicale, teatrale e cinematografico. La formazione del laureato di questo Corso di laurea potrà rappresentare l'iniziale condizione per ulteriori percorsi universitari.
La formazione culturale nell'ambito dei beni culturali permetterà lo svolgimento di professioni come:
- assistenti di archivio e di biblioteca
- organizzatori di convegni e ricevimenti
- animatori turistici ed assimilati
- istruttori nel campo artistico e letterario
- tecnici dei musei, delle biblioteche ed assimilati
- periti, stimatori d'arte ed assimilati
- tecnici dell'organizzazione della produzione radiotelevisiva, cinematografica e teatrale
- insegnanti nella formazione professionale ed assimilati

Statistiche occupazionali (Almalaurea)
Percorsi consigliati dopo laurea
La laurea triennale in Scienze dei beni culturali offre la possibilità di essere ammessi alle lauree magistrali della classe LM-2 Archeologia, LM45 Scienze della musica e dello spettacolo e LM-89 Storia e critica dell'arte, che sono consequenziali rispetto al percorso di studio, nel rispetto dei requisiti e delle conoscenze richieste per l'accesso. Fornisce, inoltre, la base formativa per accedere ad altre classi di laurea magistrale dell'area umanistica. Per l'ammissione alle lauree magistrali, di qualunque classe esse siano, valgono comunque i requisiti di accesso previsti nei regolamenti didattici dei singoli corsi; essi possono prevedere che l'accesso sia subordinato al possesso di requisiti e specifiche conoscenze, eventualmente certificate dall'acquisizione preliminare di crediti in determinati settori disciplinari.
Requisiti e conoscenze richieste per l'accesso
Per essere ammessi al corso di laurea in Scienze dei Beni Culturali occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria di secondo grado o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo.
Si richiede inoltre una adeguata preparazione di base costituita dalle conoscenze culturali e dalle competenze linguistiche di norma acquisite nei Licei e negli Istituti di istruzione media superiore di indirizzo umanistico, con particolare riferimento ad un'appropriata conoscenza generale delle nozioni della storia letteraria, della storia, della geografia e della storia dell'arte che permetta di affrontare i testi e inquadrare i fenomeni letterari e artistici in un ampio contesto culturale europeo.

Modalità di verifica delle conoscenze e della preparazione personale
L'accesso è consentito dopo avere sostenuto un test obbligatorio non selettivo con funzione di orientamento e di autovalutazione. Per le informazioni si veda la sezione Informazioni e modalità organizzative per l'immatricolazione.

Obblighi formativi aggiuntivi e modalità per il recupero OFA
Gli studenti possono immatricolarsi a prescindere dall'esito del test. Il punteggio del test per la sezione "Comprensione del testo e conoscenza della lingua italiana" al di sotto della soglia pubblicata sul bando darà luogo a obblighi formativi aggiuntivi (OFA), volti a colmare le lacune. Gli OFA dovranno essere colmati entro il primo anno di corso mediante attività di recupero appositamente previste dall'Ateneo. Le modalità e gli esiti del mancato assolvimento degli OFA saranno indicate alla pagina web
https://www.unimi.it/it/corsi/facolta-e-scuole/studi-umanistici/studiar…
Il corso di laurea in Scienze dei Beni Culturali e lauree magistrali afferenti dispone di uno specifico bando relativo al Programma Erasmus+ con offerte di programmi di studi in oltre venti sedi universitarie straniere europee, appartenenti alle seguenti aree linguistiche: francese, inglese, tedesco, spagnolo, portoghese cui si aggiungono paesi del nord e dell'est Europa con corsi attivati in lingua inglese. Con le università partner sono in vigore accordi di scambio relativi a tutte le aree disciplinari presenti nel piano di studi del corsi di laurea afferenti al collegio didattico. Le aree disciplinari disponibili sono: Archeologia, Storia dell'arte, Discipline dello spettacolo, Musica e Musicologia.
Per ogni area disciplinare e per ogni sede sono offerti agli studenti Erasmus outgoing soggiorni variabili da 3 a 10 mesi, durante i quali lo studente può seguire e sostenere esami che saranno riconosciuti come parte integrante del piano di studi per il conseguimento del titolo, unendo a tale tipo di attività la ricerca per la preparazione della tesi di laurea triennale o magistrale, e vedendola riconosciuta entro i crediti coperti dalla borsa del programma Erasmus.
Ogni anno tutte le attività didattiche previste dal programma vengono presentate agli studenti interessati dal referente Erasmus in un apposito incontro informativo; i dati e le informazioni didattiche necessarie alla presentazione del Learning Agreement sono inoltre raccolte in apposite schede informative pubblicate sulla pagina Erasmus della Facoltà di Studi umanistici https://www.unimi.it/it/internazionale/studiare-allestero/partire-con-e…
Per gli studenti Erasmus incoming il corso di laurea garantisce la possibilità di frequentare tutte le lezioni dei corsi in lingua italiana: gli studenti che lo desiderino possono concordare con i singoli docenti un programma parzialmente o completamente in lingua inglese.
Inoltre, con molte università partner sono attivi anche scambi del personale docente, che prevedono soggiorni di visiting professor di nostri docenti all'estero e di colleghi stranieri presso la nostra istituzione all'interno dei corsi del dipartimento.
La frequenza è vivamente consigliata per gli insegnamenti.
La frequenza è obbligatoria per i laboratori.
Anno di corso a scelta dello studente

Insegnamenti obbligatori
Attività formative Crediti Ore totali Lingua Periodo SSD
Archeologia e storia dell'arte romana 9 60 Italiano Primo semestre L-ANT/07
Legislazione dei beni culturali 6 40 Italiano Primo semestre IUS/10
Storia dell'arte medievale 9 60 Italiano Primo semestre L-ART/01
Letteratura italiana 9 60 Italiano Secondo semestre L-FIL-LET/10
Letteratura latina (Beni culturali) 9 60 Italiano Secondo semestre L-FIL-LET/04
Storia della musica moderna e contemporanea 9 60 Italiano Secondo semestre L-ART/07
Accertamento di lingua inglese - livello b1 (3 CFU) 3 0 Italiano Periodo non definito
j - Nel piano didattico, oltre agli esami delle diverse discipline per i quali lo studente otterrà una valutazione in trentesimi e l'accreditamento dei relativi crediti (6 o 9 cfu per ciascun esame), sono previsti 6 cfu per attività di laboratorio didattico o stage
k - Lo studente ha inoltre a disposizione 12 crediti, da destinare ad altro insegnamento ovvero a parti di insegnamento da lui scelti liberamente nell'ambito delle discipline attivate per il corso di laurea, ovvero per gli altri corsi di laurea della Facoltà di Studi umanistici. Rientra nelle facoltà dello studente disporre di parte dei suddetti 12 crediti per incrementare il suo impegno in insegnamenti già previsti, acquisendovi ulteriori crediti oltre a quelli stabiliti, fino a un massimo di 9 per insegnamento.
Attività conclusive
Attività formative Crediti Ore totali Lingua Periodo SSD
Prova finale 9 0 Italiano Periodo non definito
Sede
Milano
Presidente del Collegio Didattico
CESARE FERTONANI
Contatti
Bando e scadenze

Bando di ammissione

Consulta il bando per scoprire le date e i contenuti del test e tutte le informazioni su come iscriverti.

Domanda di immatricolazione: dal 15/07/2021 al 15/09/2021

Leggi il Bando