Prospettive e stakeholder


La formazione culturale nell'ambito dei beni culturali permetterà lo svolgimento di professioni come:
- assistenti di archivio e di biblioteca
- organizzatori di convegni e ricevimenti
- animatori turistici ed assimilati
- istruttori nel campo artistico e letterario
- tecnici dei musei, delle biblioteche ed assimilati
- periti, stimatori d'arte ed assimilati
- tecnici dell'organizzazione della produzione radiotelevisiva, cinematografica e teatrale
- insegnanti nella formazione professionale ed assimilati

Statistiche occupazionali (Almalaurea)
Percorsi consigliati dopo laurea
La laurea triennale in Scienze dei beni culturali offre la possibilità di essere ammessi alle lauree magistrali della classe LM-2 Archeologia, LM45 Scienze della musica e dello spettacolo e LM-89 Storia e critica dell'arte, che sono consequenziali rispetto al percorso di studio, nel rispetto dei requisiti e delle conoscenze richieste per l'accesso. Fornisce, inoltre, la base formativa per accedere ad altre classi di laurea magistrale dell'area umanistica. Per l'ammissione alle lauree magistrali, di qualunque classe esse siano, valgono comunque i requisiti di accesso previsti nei regolamenti didattici dei singoli corsi; essi possono prevedere che l'accesso sia subordinato al possesso di requisiti e specifiche conoscenze, eventualmente certificate dall'acquisizione preliminare di crediti in determinati settori disciplinari.
Milano
Stakeholders

Il corso dialoga con il territorio attraverso consultazione con le organizzazioni professionali, produttive e di servizio - a livello locale, nazionale e internazionale.